In fondo all’articolo, tutti i video del convegno!

Un evento riuscito:

“Quid!:  qualità della vita ed impatto della tecnologia del web e dell’informatica sulle persone con disabilità.”

La conferenza si è svolta il giorno 4 ottobre 2017 presso la sala convegni della Facoltà di ingegneria dell’Università di Roma Tor Vergata.

La conferenza è stata introdotta dall’ingegnere professor Pier Gianni Medaglia che ha illustrato l’attività della CARIS “Commissione d’Ateneo Roma Tor Vergata per l’inclusione degli studenti con disabilità  e dsa”. Ha inoltre presentato i vari oratori sui temi proposti, sia sull’informatica che sulla disabilità.

Sono quindi intervenuti i vari oratori sui rispettivi temi.

In  breve:

Avv. Roberto Kervin, presidente dell’ANVID  e direttore responsabile del periodico “Evolution Social  Web”, sul  tema “il mondo web al servizio della disabilità”.

L’avv. Kervin ha sviluppato il tema dell’utilizzo della tecnologia nella professione forense; ha ricordato gli inizi della sua attività professionale, quando si utilizzavano le macchine da scrivere meccaniche, quindi quelle elettriche e finalmente i computers. Questi ultimi hanno rappresentato per i non vedenti un salto di qualità ben più importante che per le persone vedenti; infatti, significò la conquista dell’autonomia e della libertà nella vita e nel lavoro.  Kervin ha inoltre illustrato l’attività e gli scopi  dell’Anvid Onlus e del periodico “Evolution Social Web”.

Dott. Maria Luisa Scattoni, Istituto Superiore di Sanità sul tema : “Riconoscimento precoce  dei disturbi dello spettro autistico: traguardi raggiunti grazie all’innovazione tecnologica.”

La relatrice descrive l’intervento del servizio di coordinamento e supporto alla ricerca da parte dell’Istituto Superiore di Sanità; descrive, inoltre, l’autismo ed i sintomi comportamentali: deficit, interazione sociale e presenza di comportamenti ristretti e ripetitivi; purtroppo, non esiste nessuna cura ed è difficile da diagnosticare prima dei 2/3 anni di vita. L’Istituto Superiore di Sanità supporta  la ricerca per riuscire a individuare la malattia, in particolare lo studio dei segni e dei comportamenti; osservazione movimenti neonato tramite video; studio degli afflussi sanguigni  tramite infrarossi; tracciamento del movimento degli occhi rispetto a degli stimoli.

I progressi visibili sono rappresentati da statistiche promettenti.

Gli obiettivi futuri sono:

  1. sviluppo di un software “domestico” che consenta alla famiglia di fare queste analisi autonomamente al bambino in casa;
  2. trovare, grazie a tecnologie sempre più accurate, dei veri indicatori di autismo nei neonati.

Ing. Daniele Lombardo, Behaviour Labs. sul tema robo-mate e la terapia dell’autismo tramite robot umanoidi.

L’ingegner Lombardo inizia la sua relazione presentando il robottino NEO.

Si tratta di un robot umanoide, che parla e cammina sul tavolo della presidenza; il relatore spiega che “Neo” viene utilizzato come strumento terapeutico in favore dei bambini affetti da autismo.

L’utilizzo del robottino si è dimostrato molto più utile che non la relazione con le persone, quali genitori ed assistenti.

Sig. Carlo Carletti,  direttore generale Associazione CIVA – Ciechi, ipovedenti e vedenti assieme. 

Carlo Carletti illustra l’attività dell’Associazione ciechi ipovedenti e vedenti assieme – C.I.V.A.

L’associazione è stata costituita da più di vent’anni e si rivolge in particolare ai disabili visivi, grazie all’ausilio di volontari vedenti. Il campo di attività è rappresentato da iniziative assistenziali e previdenziali.

Carlo Carletti, inoltre, è Presidente della sezione provinciale di Latina della “Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Onlus”.

Sig. Simone Arrigoni, presentato da Massimiliano Capalbi, responsabile redazione “Evolution Social Web”, sul  tema “L’approccio dei disabili all’apnea”.

Il relatore illustra i suoi momenti di vita che l’hanno portato ad interessarsi dei problemi della disabilità.

Dopo il suo inizio come pianista, carriera interrotta da un grave incidente, si è dedicato a sviluppare le sue doti di esperto in apnea diventando primatista mondiale. Questa sua peculiarità l’ha indotto ad interessarsi di coloro che aspirano a diventare nuotatori e subacquei.Organizza quindi dei corsi anche per disabili per il rapporto con il nuoto e l’apnea.

Sig. Marco Carboni, Dirigente FISDIR. Il relatore evidenzia le sue attività nel campo dello sport dei disabili, collaborando con il periodico “Evolution Social Web”,in particolare con la FISDIR (Federazione italiana disabili intellettivi e relazionali) e cura società sportive di disabili in vari discipline, come: calcetto, hockey su prato ed atletica leggera.

Sig.ra Elena Imperiali, ditta Impreading – “Tecnologia ed inclusione: il software impreading per i bisogni educativi speciali”.

La relatrice illustra il software impreading utile come ausilio agli studenti disabili nel campo della lettura,scrittura e della matematica.

Sig. Calogero Foti, Università degli studi di Roma Tor Vergata

Il relatore illustra gli obiettivi e i risultati della ricerca sugli esoscheletri, finalizzata alla costruzione di supporti in aiuto ai disabili, anche nello sport.

Sig. Salvatore Romano, Direttore generale dell’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti ONLUS.

Il relatore ricorda preliminarmente l’attività di Roberto Kervin come Presidente dell’Unione Italiana Ciechi, in particolare la creazione del Centro Nazionale Tiflotecnico dedicato alla progettazione e distribuzione di ausili tecnici per non vedenti; illustra altresì alcuni di questi ausili, come le sintesi vocali, che rendono autonomi i non vedenti nella lettura e nella scrittura, sia nella vita privata, che nel lavoro.

Sig. Giovanni Saggio, Università degli studi di Roma Tor Vergata – “Aumento dell’autonomia delle persone con disabilità”.

Sig. Massimiliano Maria Schiraldi,Università degli studi di Roma Tor Vergata – “ Verso Università 4.0: nuove tecnologie per la didattica”.

Il relatore illustra l’utilizzo della tecnologia per aiutare ed interagire con gli studenti nella didattica e nella comunicazione, in particolare riferisce che le sue lezioni sono sempre visibili su supporto informatico, consentendo al professore di interfacciarsi in qualunque momento con lo studente, anche live.

 

 

 

Tutti i video del convegno